È il momento di scoprire una nuova cucina

È il momento di scoprire una nuova cucina

Da Giovedi 26 Agosto si comincia!

Il nostro ristorante è stato selezionato come una delle più interessanti novità dell'anno dallo chef Isa Mazzocchi.
Ora tocca a te votare !! Come? clicca il pulsante  e scoprilo!
Il nostro ristorante è stato selezionato come una delle più interessanti novità dell'anno dallo chef Isa Mazzocchi.
Ora tocca a te votare !! Come? clicca il pulsante  e scoprilo!

Un progetto che assomiglia a un sogno

Un antico edificio carico di storie, un imprenditore innamorato della storia del suo paese, uno chef con le idee chiare:  Locanda Borgo Impero e NOVO Osteria

L’edificio di NOVO Osteria ha una storia lunga e travagliata che risale ai primi anni dell’undicesimo secolo: originariamente un convento, parte di una chiesa e poi locanda con la posta per il cambio dei cavalli, quando venne costruita la diga del Molato (una della prime dighe idroelettriche sorte in Italia) nel 1928, assunse il nome “Locanda Impero” che poi rimase fino alla chiusura fissandosi nella memoria dei cittadini. Negli anni del dopoguerra divenne il luogo in cui gli artisti, le ballerine e lo staff del vicino teatro Capitol erano soliti soggiornare con la conseguenza di diventare simbolo della “Dolce vita” piacentina.

Negli anni 2000 la Locanda fu chiusa e così rimase fino a quando Gianni Maini, imprenditore di Seminò anima del progetto, decise di riportarla a nuova vita coronando il suo sogno di restituire a Borgonovo un edificio di valore simbolico rimettendo in funzione la locanda che oggi si compone di una struttura ricettiva con sette stanze, Locanda Borgo Impero, e di un ristorante con cantina, NOVO Osteria.

Tradizione sorprendente

Un territorio abituato all’eccellenza

Intorno alle tavole del Val Tidone oltre a mangiare bene, si parla volentieri di cibo: è una cultura profonda, antica, una radice povera che ha sviluppato un gusto esigente ed evoluto con piatti e materie prime tutti da riscoprire.

In cucina bisogna avere le idee chiare e Daniele Lunghi ha un progetto ben definito per la cucina di NOVO Osteria: valorizzare il sapere dell’eredità eno-gastronomica, reinterpretandolo ma mantenendone il carattere originario, semplice e accessibile.

Pochi piatti, contatto diretto con i produttori delle materie prime, studio, ricerca e passione per la riscoperta dei sapori del territorio, questa è l’idea di Daniele Lunghi, un progetto studiato con l’obiettivo di offrire un piacere tanto semplice quanto sorprendente.

Il borgo dei gusti ritrovati

Nuova vita per un luogo e per i suoi sapori

I muri dell’osteria raccontano storie: restaurati e consolidati con cura e passione, sottolineano la profondità del legame di NOVO Osteria con la storia di Borgonovo; il locale, che ha cambiato natura e nome attraversando i secoli, oggi accoglie un progetto che di questa storia si nutre. La riscoperta dei sapori viaggia di pari passo alla riscoperta dei mattoni, delle pietre di fiume, delle travi di legno, della calce e questo piccolo borgo di storie da raccontare ne ha tante.

NOVO Osteria è un tributo alla memoria senza nostalgia, la qualità non può mai prescindere dalla conoscenza di ciò che è stato.